Corso BLSD 2018-06-01T14:30:46+00:00
CORSO BLSD

Corso di primo soccorso

Adempiere a un dovere civico per il benessere della collettività

Scopri di più
CORSO BLSD

Corso di primo soccorso

Adempiere a un dovere civico per il benessere della collettività

Scopri di più

Obbiettivi del corso

  1.  Sfruttare efficacemente i tempi di attesa del soccorso avanzato per ridurre i rischi di aggravamento dello stato clinico

  2. Prevenire, all’interno della comunità, il rischio di decesso legato ad eventi sanitari acuti gravi e improvvisi

  3.  Favorire il miglioramento delle condizioni cliniche delle vittime di eventi sanitari critici.

  4.  Acquisire la capacità di valutare l’assenza dello stato di coscienza
  5. Ottenere la pervietà delle vie aeree In assenza di trauma
  6.  Esplorare il cavo orale e asportare corpi estranei visibili
  7. Eseguire la posizione laterale di sicurezza in assenza di trauma
  8. Valutare la presenza di attività respiratoria
  9.  Eseguire le tecniche di respirazione bocca-bocca e bocca-maschera
  10. Riconoscere i segni della presenza di circolo
  11.  Ricercare il punto per eseguire il massaggio cardiaco esterno
  12. Acquisire abilità e capacità necessarie per l’utilizzo precoce del defibrillatore semiautomatico (DAE);
  13. Eseguire la manovra di Heimlich e i colpi dorsali nel soggetto cosciente con ostruzione delle via aree da corpo estraneo

CORSO BLSD

La prima persona ad intervenire in caso di incidente, la maggior parte delle volte, non è un sanitario ma una persona comune ed è per questo che è di vitale importanza che il primo soccorritore, sia in possesso dei relativi strumenti conoscitivi per poter operare in maniera adeguata e pronta

  • A chi è destinato: indicato per chi opera quotidianamente in ambienti ad alta densità di popolazione (scuole, aziende, ecc.) e a chi è interessato a conoscere ed approfondire le manovre di rianimazione di base, in quanto si prefigge di preparare al primo intervento in emergenza tutti gli operatori non sanitari che, per la stessa natura del loro lavoro, più frequentemente possono essere i primi testimoni di eventi sanitari critici.

    Ad esempio: agenti di polizia di Stato e Urbana, vigili del fuoco, lavoratori di grandi complessi commerciali e industriali, operatori di impianti sportivi e accompagnatori di atleti, operatori ( militari e non ) dei servizi di protezione civile e delle capitanerie di porto, lavoratori dei servizi di trasporto pubblico e privato, personale docente e non docente delle scuole pubbliche e private, ecc.

  • Durata del corso: 5 ore di cui

    45 minuti di lezione teorica e 4 ore con addestramento su manichino

  • Le qualifiche degli istruttori: possono essere sia sanitari che laici, questi ultimi, attraverso corsi di formazione mirati, organizzati da IRC e IRC-Comunità, vengono abilitati ad istruire soccorritori non sanitari ad eseguire in maniera efficace e sicura le manovre di primo soccorso (BLSD) necessarie a ridurre il tasso di mortalità della popolazione. E’ prevista sempre la presenza di un Istruttore sanitario al corso.
  • Rapporto partecipanti/istruttori: 6/1 (quindi 6 corsisti per istruttore)

  • Valutazione finale: avverrà attraverso la valutazione pratica tramite skill test. Al superamento del corso verrà rilasciato l’ attestato di certificazione delle competenze acquisite. La validità dei corsi è di 2 anni dalla data riportata sugli attestati

    Gli attestati sono due:
    Irc-com società scientifica che certifica la formazione in campo della defibrillazione tramite il nostro centro di formazione (valido a livello europeo)
    Suem 118 Verona che abilita all’utilizzo del defibrillatore tramite il nostro centro

    i corsi sono validi come parte integrante e aggiuntiva dei corsi di primo soccorso, in ambito lavorativo, come prevede il decreto 81/2008 e sue modifiche in materia di lavoro.

  • Costo: da € 50,00 a € 70,00 a persona, in base al luogo di svolgimento del corso e al numero di partecipanti

  • La Normativa attuale: Il Decreto 18 marzo 2011 inerente “Determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all’articolo 2, comma 46, della legge n. 191/2009 ” pubblicato su G.U. 129 del 06/06/2011 recita: “La diffusione graduale ma capillare dei defibrillatori semiautomatici esterni deve avvenire mediante una distribuzione strategica in modo tale da costituire una rete di defibrillatori in grado di favorire la defibrillazione entro quattro/cinque minuti dall’arresto cardiaco, se necessario prima dell’intervento dei mezzi di soccorso sanitari. “nonché “l’opportunità di diffondere in modo capillare l’uso dei defibrillatori semiautomatici esterni sul territorio nazionale anche a personale non sanitario, opportunamente formato”… (omissis…)

Richiedi informazioni

Chi segue la formazione

MARCO HELTAI
Fondatore di Xadventure Team

Guida Alpina – Maestro di Canoa Fluviale – Guida Rafting – Istruttore Canyoning

· Direttore dei corsi di specializzazione canyoning dei professionisti della montagna.

· Presidente della Commissione  Nazionale Canyoning.

· Presidente Commissione Tecnica Internazionale Canyoning.

· Membro del consiglio direttivo Nazionale delle guide alpine.

1988- Maestro di canoa Fluviale.

1990 -Guida di Raft .

1998 – Corso propedeutico.

1999 – Corso Nazionale aspiranti guida.
2002 – Specializzazione canyoning.
2004 – Guida alpina internazionale.
dal 2013 -Responsabile della Commissione Canyoning Nazionale.
dal 2016 – Responsabile commissione canyoning Internazionale
20 anni di Soccorso alpino
10 anni di elisoccorso, che lo rendono molto sensibile alla prevenzione e alla formazione negli ambiti più complessi.

6 anni di Esercito come ufficiale addetto all’addestramento in montagna e non solo

Svolgo attività sui fiumi e in montagna da quando avevo 16 anni, prima come aiuto istruttore, poi come maestro e guida.
Il mio know how culturale mi porta ad essere eclettico e capace di spaziare da una disciplina all’altra senza problemi, ho sempre praticato diversi sport anche ad alto livello agonistico,  amo insegnare, trasmettere e condividere passioni ed esperienze.

Sport praticati: tutti quelli tipici delle discipline delle Guide Alpine: arrampicata, scalate su ghiaccio, spedizioni in alta quota , sci fuoripista, scialpinismo, canyoning, canoa fluviale, vela, parapendio, telemark, triatlon e tutto quello che riguarda la bicicletta, insomma…mi piace esplorare e mettermi alla prova!

La mia vita professionale sportiva è abbinata ad una vita professionale assicurativa molto intensa che spazia dalla gestione dei rischi complessi legati al mondo dell’Outdoor, fino alle normali coperture di tutti i giorni, ovviamente, gestendo molto attentamente gli impegni professionali nei due ambiti, e potendo contare su validi collaboratori.

Opero in  entrambe le mie professioni con grande passione, potendo ritagliare spazi all’una e all’altra a seconda dei momenti, questo sistema a mio parere tiene alto l’entusiasmo e la voglia di fare bene e migliorare sempre.

Mi si può trovare tramite telefono ma è ma se non vi  rispondo al primo  colpo non è perché non ho voglia, è solo che sono sempre molto impegnato.

ANDREA MALTA SPEZIALI

A.Guida alpina – specializzazione in Canyoning – tecnico del Soccorso Alpino di Ala

Sono di Avio, ultimo paese a sud del Trentino, terra di confine e di belle avventure.
Vivo ai piedi del Monte Baldo e fin da ragazzino ho apprezzato molto l’andar per monti per questo nella mia vita la montagna ha rappresentato e rappresenta l’espressione di quello che sono, di come vivo di quello che sento.
Amo la roccia in ogni stagione, amo l’acqua in tutte le sue forme: liquida, cristallizzata in fiocchi e anche rigida quando il Freddo forma le cascate di ghiaccio.
In montagna sto bene e questo è sufficientemente per poterne apprezzare ogni aspetto, scalo e scio da sempre.

Ho iniziato a frequentare il Soccorso Alpino già a 17 anni come allievo giovanile, oggi sono tecnico di soccorso in montagna.

Il mio percorso formativo da professionista ha avuto inizio nel febbraio 2014 con la presentazione al collegio delle guide alpine del trentino di un curriculum di salite alpinistiche, arrampicata su roccia, ascensioni scialpinistiche, arrampicata su cascate di ghiaccio ecc.

Dopo le durissime selezioni ho avuto la fortuna e il piacere di partecipare al corso di formazione per aspiranti guida superando i vari esami con esito positivo.
Durante il corso ho anche avuto la possibilità di conseguire la specializzazione in canyoning, grazie alla quale ho conosciuto la realtà di Xadventure e oggi ne faccio parte.

Mi piace tramettere, mi piace insegnare, mi piacere vivere emozioni assieme alle persone che frequentano Xadventure.

Cosa facevo prima di diventare Guida?
Scalavo pareti per metterle in sicurezza, lavoravo nelle imprese di disgaggi e quindi vivevo appeso a una corda anche prima, con la differenza che oggi salgo ieri scendevo!

vi aspetto per divertirci insieme …e se fa brutto?
Beh.. alla peggio la butem a biceri!!

Andrea Speziali
Xadventure Outdoor Lake Garda

GUIDE ALPINE UIAGM

Collaborano con noi anche altre guide alpine ed aspiranti tra cui annoveriamo:
Massimo Faletti, Giordano Faletti, Emanuele Dellai, Bonvicini Guido e Michelazzi Stefano.

Tutte guide che hanno la propria realtà ma che condividono lo spirito e i programmi di Xadventure sul territorio del Baldo-Garda e non solo.